venerdì 19 gennaio 2018 |

5 classici che mi vergogno di non aver ancora letto #13

Buongiorno lettori e buon venerdì a tutti! Come ogni fine settimana vi aggiorno con il post delle 5 cose che;questa volta andiamo a vedere quali classici non ho ancora letto e per questo mi dovrei vergognare! Mercoledì ho pubblicato la recensione di "La figlia di Odino di Siri Pettersen" andatela a leggerla se vi va;vi lascio anche il mio account instagram per un aggiornamento rapido del blog! Iniziamo subito!

1984 di George Orwell
product name
Si, non ho ancora letto questo libro e per questo mi vergogno tantissimo. In compenso però di Orwell ho letto la Fattoria degli animali;che sinceramente non mi ha fatto molto impazzire.
L'azione si svolge in un futuro prossimo del mondo (l'anno 1984) in cui il potere si concentra in tre immensi super stati: Oceania, Eurasia ed Estasia. Al vertice del potere politico in Oceania c'è il Grande Fratello, onnisciente e infallibile, che nessuno ha visto di persona ma di cui ovunque sono visibili grandi manifesti. Il Ministero della Verità, nel quale lavora il personaggio principale, Smith, ha il compito di censurare libri e giornali non in linea con la politica ufficiale, di alterare la storia e di ridurre le possibilità espressive della lingua. Per quanto sia tenuto sotto controllo da telecamere, Smith comincia a condurre un'esistenza "sovversiva". 

Cime tempestose di Emily Bronte
product name
Non so perché ancora devo leggerlo,quando possiedo già il libro cartaceo. Una cosa che dovete sapere di me è che i classici li leggo solo in cartaceo;quindi è vergognoso che ho lasciato il libro a prendere polvere sullo scaffale.
Un romanzo in cui domina la violenza sugli uomini, sugli animali, sulle cose, scandito da scatti di crudeltà sia fisica sia, soprattutto, morale. Un romanzo brutale e rozzo - sono gli aggettivi utilizzati dalla critica dell'epoca - che scuoteva gli animi per la sua potenza e la sua tetraggine e che narra il consumarsi di un'inesorabile (sino a un certo punto) vendetta portata avanti con fredda meticolosità dal disumano Heathcliff. 'Cime tempestose è un romanzo selvaggio, originale, possente, si leggeva in una recensione della 'North American Review', apparsa nel dicembre del 1848, e se la riuscita di un romanzo dovesse essere misurata unicamente sulla sua capacità evocativa, allora Wuthering Heights" può essere considerata una delle migliori opere mai scritte in inglese. Tomasi di Lampedusa esprimeva il suo entusiastico e ammirato giudizio su Cime tempestose: 'Un romanzo come non ne sono mai stati scritti prima, come non saranno mai più scritti dopo. Lo si è voluto paragonare a Re Lear. Ma, veramente, non a Shakespeare fa pensare Emily, ma a Freud; un Freud che alla propria spregiudicatezza e al proprio tragico disinganno unisse le più alte, le più pure doti artistiche. Si tratta di una fosca vicenda di odi, di sadismo e di represse passioni, narrate con uno stile teso e corrusco spirante, fra i tragici fatti, una selvaggia purezza." (Dall'introduzione di Frédéric Ieva)

Il grande Gastby di F.F.Scott
Ho provato a leggere questo libro un po' di tempo fa, partecipando ad un gruppo di lettura;ma non è andato a buon fine. Non so perché forse anche perché lo stavo leggendo in pdf o non era il momento. Ma la cosa strana di questa storia è che mi interessa,ma non riesco ad approcciami;non ho mai visto neanche il film!
Il grande Gatsby ovvero l'età del jazz: luci, party, belle auto e vestiti da cocktail, ma dietro la tenerezza della notte si cela la sua oscurità, la sua durezza, il senso di solitudine con il quale può strangolare anche la vita più promettente. Il giovane Nick Carraway, voce narrante del romanzo, si trasferisce a New York nell'estate del 1922. Affitta una casa nella prestigiosa e sognante Long Island, brulicante di nuovi ricchi disperatamente impegnati a festeggiarsi a vicenda. Un vicino di casa colpisce Nick in modo particolare: si tratta di un misterioso Jay Gatsby, che abita in una casa smisurata e vistosa, riempiendola ogni sabato sera di invitati alle sue stravaganti feste. Eppure vive in una disperata solitudine e si innamorerà insensatamente della cugina sposata di Nick, Daisy... 

Anna Karenina di Leo Tolstoj
Crescere Anna Karenina - Lev Nikolaevic Tolstoj ISBN:9788883371325
Mi incuriosisce tantissimo la storia,ma per qualche ragione non lo mai iniziato. Forse mi dovrebbe spaventare la mole del romanzo,ma anzi più sono lunghi e più mi piacciono!

Anna, moglie insoddisfatta del noioso e rigido avvocato Karenin, si innamora del bell'ufficiale Vronskij. Rimasta incinta dell'amante, fugge con lui in Italia, ribellandosi alle convenzioni di una società che la vorrebbe moglie fedele e asservita. Una storia romantica e tragica di portata universale, un atto d'accusa che Tolstoj scagliò contro l'atteggiamento conformista e puritano della Pietroburgo ottocentesca, dove chi non si adeguava ai rigidi canoni sociali veniva punito e ostracizzato.

L'amore ai tempi del colera di G.G.Màrquez

Questo più che un classico è letteratura moderna, ma lo voluto inserire lo stesso. Questa è una storia un po' particolare e per niente nelle mie corde, ma c'è qualcosa che mi incuriosisce e mi invoglia a leggerlo!

Per cinquantun anni, nove mesi e quattro giorni Fiorentino Ariza ha perseverato nel suo amore per Fermina Daza, la più bella ragazza dei Caraibi, senza mai vacillare davanti a nulla, resistendo alle minacce del padre di lei e senza perdere le speranze neppure di fronte al matrimonio d'amore di Fermina con il dottor Urbino. Un eterno incrollabile sentimento che Fiorentino continua a nutrire contro ogni possibilità fino all'inattesa, quasi incredibile, felice conclusione. Una storia d'amore e di speranza con la quale, per una volta, Gabriel García Márquez abbandona la sua abituale inquietudine e il suo continuo impegno di denuncia sociale per raccontare un'epopea di passione e di ottimismo. Un romanzo atipico da cui emergono il gusto intenso per una narrazione corposa e fiabesca, le colorate descrizioni dell'assolato Caribe e della sua gente. 
∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞
E voi li avete letti questi libri? Quanto mi devo vergognare? 
mercoledì 17 gennaio 2018 |

Recensione - La figlia di Odino di Siri Pettersen

Buongiorno lettori, come sta andando la vostra settimana? Avete letto il mio post sulle 5 cose che...di venerdì scorso? Se non lo avete fatto vi lascio qui il link, dove vi parlavo dei libri che ho intenzione di leggere durante il 2018. Inoltre vi lascio anche il mio account instagram, ditemi anche i vostri ,sono sempre in cerca di nuovi account da sbirciare..Passiamo al post di oggi,una recensione sul primo libro letto quest'anno, ovvero La figlia di Odino. iniziamo subito!



Titolo: La figlia di Odino
Autore: Siri Pettersen
Prezzo: 21.00€
Pubblicazione: 2017
Pagine: 619
Editore: Multiplayer Edizioni
Trama:  Immagina di essere privo di qualcosa di cui tutti gli altri dispongono. Qualcosa che rappresenta la prova della tua appartenenza a questo mondo. Qualcosa di talmente vitale, che senza di esso sei una nullità. Una piaga. Una leggenda. Un essere umano. Hirka, che ha quindici inverni, all’improvviso apprende di essere una figlia di Odino, una creatura putrida e senza la coda, proveniente da un altro mondo. È disprezzata, odiata e scacciata da tutti. Non riesce più a trovare una propria identità, e qualcuno la vuole eliminare affinché tutto ciò rimanga un segreto. Ma ci sono cose ben peggiori degli esseri umani e Hirka non è l’unica creatura ad essersi introdotta attraverso i portali…


∞∞∞∞∞ RECENSIONE ∞∞∞∞∞

La prima lettura dell anno è completata e a farmi compagnia è stato un bel mattone di 600 e passa pagine. Si tratta di un bellissimo fantasy il Primo di, una trilogia chiamata Riven Rings. Il romanzo narra la storia di questa ragazza Hirka figlia di un guaritore,che dopo la morte del padre si ritrova sola al mondo e costretta a fare i conti con la sua diversità;infatti nella stirpe di Ym è l'unica ad non avere la coda. A Hirka manca anche la capacità di evocare, non ha nessun contatto con il Dono, un energia che scorre non tutte le cose. La storia inizia con la fissazione della data del Rito. l'evento dove tutti i ragazzi a 15 inverni si recano a Eisvaldr per ricevere la benedizione del Veggente. A Eisvaldr è anche la sede del Consiglio che governa la città formato dai rappresentanti delle dodici famiglie più potenti. è che per accrescere il proprio ruolo usa la stregoneria accusando Hirka di essere una Figlia di Odino e di aver permesso che gli Orbi, creature mostruose invadessero Ymslanda. In breve Hirka affiancata da Rime, suo amico di infanzia e discendente di una delle famiglie del consiglio, si ritroveranno a svelare i segreti che hanno segnato i loro destini.

I protagonisti della storia sono senz'altro Hirka e Rime,ma ai loro punti di vista si oppone quello di  Urd uno degli uomini del consiglio che scopriremo durante i capitoli a lui dedicati che conosce molte cose,tra cui il perché Hirka è senza coda,il perché lei si trova in quel mondo e di chi è la colpa.
Invece durante i capitoli dedicati a Rime ci permettono di conoscerlo meglio,di capire il perché delle sue scelte e anche di vedere dal suo punto di vista cosa ne pensa di Hirka. ma sopratutto ci immergiamo nel Dono questa forza in esaurita che domina ogni cosa.
Questo è una delle parti che più mi sono piaciute:


<<Tu chi sei?..L'intenzione era di risvegliarla, e lei lo capiva. Ma la voce che le poneva la domanda era troppo familiare perché potesse rispondere. Troppo cara. Le domandò di nuovo:<<Chi sei,Hirka?>> 


<<Sono il marciume>>, disse lei,svuotata da tanto dolore. <<Tutto ciò che tocco,marcisce e muore...>>Lui rise. Come poteva ridere? Che cosa crudele...Lui la girò verso di sé. <<È una cosa un pò troppo drammatica,perfino detta da te!>>...La pesantezza del mondo si allentò, e lei sorrise. 


<<Sono Hirka. Hirka Senzacoda>>. <<Sei viva, Hirka?>> <<Si,sono viva>>. <<Bene>>. Luis si chinò in avanti,e premette le labbra sulle sue. ... Lui fece un ghigno. <<Una tacca per te,se mi sono sbagliato,e vado in putrefazione oggi stesso>>.
Questo è uno dei miei pezzi preferiti, e penso si commenti da solo. Vi dico solo...ma quanto sono belli!!

Personalmente il libro mi è piaciuti moltissimo,mentre lo leggevo mi sono innamorata piano piano di ogni personaggio dei paesaggi della forte presenza dei personaggi secondari che non mi hanno irritato come di solito succede. L'umica cosa che mi ha infastidito è stato il finale perché una cosa che doveva accadere a pagine 300 è successo alle ultime dieci pagine mi ha un po smorzato l'entusiasmo perché speravo che non succedesse quello che invece succede(scusate il gioco di parole). Però ciò che mi è piaciuto è soprattutto il fatto che tutti gli eventi che iniziano in questo romanzo finisce;di solito il primo libro di una trilogia/saga finisce sempre con quella enorme domanda che gli autori lasciano per invogliare i lettori ad acquistare il prossimo libro. Il fatto che qui non ci siano  l'ho trovato coerente con lo stile dell autrice.

In conclusione gli do quattro barrette di cioccolato e mezzo, non gli do cinque perchè il finale mi ha lasciata con l'amaro in bocca.




∞∞∞∞∞VALUTAZIONE ∞∞∞∞∞

(Stupendo)

∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞
E voi lo avete letto? Che ne pensate?

venerdì 12 gennaio 2018 |

5 libri che vorrei leggere nel 2018 #12

Buongiorno lettori e buon venerdì a tutti! Sono tornata decisa a riprendere la rubrica a cui partecipo 5 cose che...Vi anticipo che molte scelte che ho fatto le trovate nel primo post dell'anno il mio 2017, se non lo avete letto andateci subito! Iniziamo subito!

Il marciume di Siri Pettersen
Questo è il secondo della trilogia Raven Rings, che uscirà a maggio, il primo libro finito in questi giorni si chiama La figlia di Odino. Si tratta di un fantasy basato sulla mitologia nordica;vi lascio la trama del primo libro:
Immagina di essere privo di qualcosa di cui tutti gli altri dispongono. Qualcosa che rappresenta la prova della tua appartenenza a questo mondo. Qualcosa di talmente vitale, che senza di esso sei una nullità. Una piaga. Una leggenda. Un essere umano. Hirka, che ha quindici inverni, all’improvviso apprende di essere una figlia di Odino, una creatura putrida e senza la coda, proveniente da un altro mondo. È disprezzata, odiata e scacciata da tutti. Non riesce più a trovare una propria identità, e qualcuno la vuole eliminare affinché tutto ciò rimanga un segreto. Ma ci sono cose ben peggiori degli esseri umani e Hirka non è l’unica creatura ad essersi introdotta attraverso i portali…


Percy Jackson di Rick Riordan
Spero di leggere finalmente questo saga quest'anno! Come già detto nel post il mio 2017 vi avevo anticipato la mia intenzione di riprovare a leggerlo. Ho già i primi due, vedrò di trovare del tempo da dedicargli. La trama, anche se penso la conoscete tutti bene o male:
Il mondo moderno è abitato anche dalle mitiche divinità del Monte Olimpo, situato seicento piani al di sopra del celebre Empire State Building di New York. Gli dei hanno dato vita a una nuova razza di giovani eroi, per metà mortali e per metà divini. Percy, figlio adolescente di Poseidone, è sospettato di avere rubato il fulmine di Zeus, l'arma più potente dell'universo. Per provare la sua innocenza ed evitare una guerra devastante tra dei, Percy intraprende un'odissea attraverso il continente alla ricerca del vero ladro. Lungo il viaggio, il ragazzo dovrà affrontare acerrimi nemici decisi a fermarlo e tentare di salvare la madre dalle grinfie mortali di un altro dio greco, Ade.

La battaglia delle tre corone di Kendare Blake
Libro edito dalla newton ed è il primo di una presunta duo logia che probabilmente diventerà un qualcosa di diverso. Si tratta anche qui di un fantasy e per chi non ne ha mai sentito parlare vi lascio la trama:
Da che se ne ha memoria, sull'isola di Fennbirn ogni generazione è stata scandita dalla nascita di tre gemelle: tre regine, tutte ugualmente degne nella successione ereditaria della corona e tutte in grado di padroneggiare la magia. Mirabella è una fiera elementalista, sfacciata come i suoi incantesimi: governa il fuoco, i flutti e i fulmini con il solo schioccare delle dita. Katharine è sottile e insinuante come il suo potere: la sua simbiosi con i veleni è tale che può ingerire anche la più letale delle sostanze tossiche senza che le accada nulla. Arsinoe, invece, ha sviluppato una perfetta comunione con la natura: può far sbocciare le rose più incantevoli o ammansire i leoni con il suono gentile della sua voce. Ma per diventare regina non basta il diritto di nascita: dovranno combattere duramente l'una con l'altra, per ottenere la corona, perché non si tratta di un gioco in cui si vince o si perde... In ballo c'è la vita. Ecco, questa è la notte in cui le gemelle compiono sedici anni: la battaglia ha inizio.

La corporazione dei maghi di Trudi Canavan
Questa è una trilogia fantasy edito dalla casa editrice Nord. Come si capisce dal nome parla di maghi e di magie; l'unico libro che io ho letto che parla di maghi nel vero significato del termine è stato Harry Potter. Ovviamente non mi aspetto che ci arrivi minimamente però dalla trama mi sembra una buona storia. Vi lascio la trama:
Ogni anno i membri del Consiglio dei maghi si riuniscono per ripulire Imardin da vagabondi, giovani delinquenti ed empi sovversivi; certi della propria supremazia, e protetti da un schermatura impenetrabile per qualsiasi essere umano, i maestri delle arti magiche girano minacciosi per le strade della città e scelgono chi cacciare dal loro dominio. Un giorno, però, accade l'inimmaginabile, Sonea è una ragazzina molto sveglia, che ha imparato in fretta come vivere di espedienti nelle strade di Imardin: eppure, quando il Consiglio dei Maghi decide di cacciare dalla città i suoi migliori amici, lei non sa come aiutarli. Frustrata, non trova di meglio che scagliare una pietra contro lo scudo... e la pietra, incredibilmente, manda in frantumi la protezione, ferendo alla testa un mago. La peggiore paura del Consiglio è diventata realtà: Sonea possiede capacità tali da distruggere Imardin e tutti i suoi abitanti. Bisogna assolutamente trovarla e insegnarle come dominare quei suoi poteri, altrimenti....

 Magic di V Schwab
Anche questo è un fantasy edito dalla Newton e scritto dalla famosissima V. Schwab. presente anche qui il tema della magia, dei viaggi e degli universi paralleli. Per chi non sa di cosa parla vi lascio la trama anche qui:
Kell è uno degli ultimi maghi rimasti della specie degli Antari ed è capace di viaggiare tra universi paralleli e diverse versioni della stessa città: Londra. Ci sono infatti la Rossa, la Bianca, la Grigia e la Nera, dove accadono cose diverse in epoche differenti. Kell è cresciuto ad Arnes, nella Londra Rossa, e ufficialmente è un ambasciatore al servizio dell'Impero Maresh, in viaggio alla corte di Giorgio iii nella Londra Bianca, la più noiosa delle versioni di Londra, quella senza alcuna magia. Kell in verità è un fuorilegge: aiuta illegalmente le persone a vedere anche solo piccoli scorci di realtà che non potrebbero mai vedere. Si tratta di un hobby molto rischioso, però, e adesso Kell comincia a rendersene conto. Dopo un'operazione di trasporto illegale andata storta, Kell fugge nella Londra Grigia e si imbatte in Delilah, una strana ragazza che prima lo deruba, poi lo salva da un nemico mortale e infine lo costringe a seguirla in una nuova avventura. Ma la magia è un gioco pericoloso e se si vuole continuare a giocare prima di tutto bisogna imparare a rimanere vivi...

∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞
Come avete letto sarà un anno pieno di fantasy/si spera/! Che ne pensate delle mie scelte? E le vostre invece quali sono? 
domenica 7 gennaio 2018 |

Il mio 2017!

Buongiorno lettori e bentornata(me stessa) e bentornati(voi)! Buon 2018 con il primo post dell'anno in cui ispirandomi al post fatto da Seli Rowan di ombre angeliche tirerò le somme del 2017! Il 2017 è stato molto importante per me dal punto di vista libroso,perché per la prima volta ho segnato tutti i libri letti in questo arco di tempo, se mi fossero piaciuti o meno e ho conservato il tutto in un taccuino che custodisco gelosamente. Iniziamo subito!


Libri letti: 96

Ebbene si ho letto 96 libri e me ne mancavano solo quattro per arrivare a 100! Ho sempre pensate che non era umanamente possibile leggere cosi tanto;non capivo perché le persone facessero delle challenge da 100/150 libri, forse ora lo capisco. La cosa divertente è che non credevo di aver letto cosi tanto, mi aspettavo una cinquantina di libri non quasi il doppio. Facendo un calcolo veloce ho letto in media 2 libri alla settimana !


Libro migliore del 2017

The invasion of the tearling


La migliore lettura è stata il secondo libro della bellissima trilogia di Erika Johansen che ho amato tantissimo,ovvero The invasion of the Tearling  qui trovate la recensione del secondo libro. Mi è piaciuto dall'inizio alla fine a differenza  del primo e del terzo che modificherei,l'evoluzione della protagonista e dei personaggi secondari,le ambientazioni, lo stile dell'autrice lo amato alla follia! Leggete questo libro!


Libro peggiore del 2017

Risultati immagini
Il peggiore è stato senz'altro Succede di Sofia Viscardi! Come già detto in un Cosa succede la domenica? l'ho considerata una lettura di intrattenimento,ma una volta finita non mi è rimasto nulla. Non mi ricordo il nome dei personaggi o qualche evento particolare, niente che valga la pena ricordare al meno. per questo lo considero il peggiore del 2017
per me!

I preferiti del 2017
Risultati immaginiRisultati immagini
I miei tre preferiti dell'anno li scelgo anche in base al genere;il primo che corrisponde anche a l'ultimo libro letto nel 2017 è Oltre i limiti di Katie McGarry un young adult che mi ha stupido molto e mi ha lasciato cadere qualche lacrima, ve lo consiglio tantissimo! Il secondo invece è la prima ed unica retelling che io abbia mai letto ed è La moglie del califfo di Renée Adhieh, vi lascio qui la Short review fatta qualche tempo fa. Infine un libro che ho aspettato tanto per leggere perché il primo mi ha annientata e sto parlando di Io dopo di te di Jojo Moyes il seguito di Io prima di te...Se avete paura di leggerlo solo perché il primo finisce in una data maniera non spaventatevi,questo libro vi sorprenderà!


Saghe iniziate e finite

A conti fatti io che sono un persona che legge saghe già terminate o che in procinto di esserlo, non ho molte saghe in sospeso anzi solo 4. Mentre quelle finite o che sono in regola con i volumi usciti fino ad ora sono 15.


Libri da leggere nel 2018


Immagine correlataLa Figlia di Odino: Raven Rings - Vol. 1 (Italian Edition) by [Pettersen, Siri]Risultati immagini
Sicuramente devo iniziare a leggere Percy Jackson, ho i primi due volumi e voglio capire se devo comprare o meno gli altri. Voglio leggere il secondo della figlia di odino di Siri Pattterson, vi cito il secondo perché il primo è già in lettura. Ho scoperto sempre della Multiplayer editori un libro dalla trama molto avvincente chiamato Futu.re di Dmitry Glukhovsky  che spero di leggere prossimamente. per ultimo spero di iniziare e per finire la trilogia del silo di Hugh Howey.


Cover migliore e peggiore
Risultati immaginiRisultati immagini

La più bella copertina è sicuramente Illuminae di Amy Kaufman e Jay Kristoff, mentre la peggiore è Destiny:un amore in gioco di Lindsey Summers;sinceramente non ha niente di particolare e non mi ispira niente e sopratutto non centra con la storia stessa!


Uscite più attese del 2018
Risultati immagini

Voglio leggere il secondo della figlia di odino di Siri Pattterson, vi cito il secondo perché il primo è già in lettura uscirà il 17 maggio e lo aspetterò con ansia. La mia pazienza si sta esaurendo per l'uscita di Darker di E.L. James ovvero 50 sfumature di nero dal punto di vista di Cristian. Vorrei leggere un libro un po' diverso dal mio solito e sto parlando di Al servizio del giovane Hitler di V.S.Alexander un libro basato sulla storia delle ragazze che assaggiavano il cibo di Hitler rischiando ogni giorno la vita.

  ∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞
Ecco il mio 2017! Che ne pensate? Come è stato il vostro anno invece?
mercoledì 27 dicembre 2017 |

5 libri che vorrei trovare sotto l'albero #11

Buongiorno lettori e un ben tornato sia per me che per voi visto che ci manco da un bel po'. Ultimamente non sto leggendo più niente, credo sia passato quasi un mese dal mio ultimo libro e quindi anche dal mio ultimo post sul blog. Ma visto che adesso che arrivano le feste di Natale vorrei cercare di riprendere la routine con un post della rubrica 5 cose che. Ho dimenticato di pubblicarlo la settimana scorsa, quindi ecco il post in perenne ritardo!

La figlia di Odino di Siri Petterson

Vorrei leggere questo libro già da prima che uscisse nelle librerie, ma per una ragione o per un altra non l'ho ancora fatto. Il libro è stato portato in Italia dalla casa editrice Multiplayer Edizioni, che ho scoperto solo da qualche anno ma mi piace moltissimo!

La battaglia delle tre corone di Kendare Blake


Dettagli prodotto


Ne avevo sentito parlare da qualcuno su YouTube prima che uscisse in Italia ed è sto poi tradotto dalla Newton Compton. Si tratta di una duo logia in cui c'è la battaglia tra queste tre sorelle gemelle per la corona,ma solo una di loro sopravvivrà. Per intenderci stile congrega Gemini in The vampire diares!

Futu.re di Dmitrij Gluchovskij
 Ho scoperto dell'esistenza di questo libro stamattina,sempre sul sito della Multiplayer e mi ha colpito molto. Si tratta di un distopico ambientato nell'anno 2454 in cui l'uomo è diventato immortale e questo ha creato un grave problema di sovrappopolazione sono più di 100 miliardi di persone e la cosa non va affatto bene. Devo dire che mi ha incuriosito molto, vedremo di farlo diventare un possibile acquisto!

Magic di V.E. Schwab

Anche questo libro è della Newton ed fa parte di una serie young adult. Seguiamo le vicende del protagonista,un mago fuorilegge, che ha la capacità di spostarsi attraverso universi paralleli della sua città. La città in questione è Londra e abbiamo Londra nera, bianca,grigia,rossa e ognuna con le proprie caratteristiche. Ho sentito parlare molto bene di questo libro,spero di leggerlo al più presto!

Questo canto selvaggio di Victoria Schwab

Un altro libro della stessa autrice di Magic ,questa volta edito dalla Giunti. Si tratta del primo di una duo logia e tratta delle vicende che accadono in una città popolata da criminali,mostri e creature appartenenti a tre specie diverse chiamate: i Corsai, i Malchai e i Sunai. Non vi so altro perché non voglio scendere nei dettagli e rischiare dei spoiler!
venerdì 17 novembre 2017 |

5 luoghi in cui adoro leggere #10

Buongiorno lettori e buon venerdì a tutti, sono tornata con un nuovo post della rubrica  cose che; questa volta parliamo di posti preferiti per leggere! Come sempre fatemi sapere la vostra opinione sul post e le vostre scelte nei commenti. Iniziamo subito!


A letto

É il mio posto preferito in assoluto! Anche il più usato perché di solito leggo di sera...

Divano\poltrona

Se riesco a trovare una giusta posizione in cui posso stare almeno un'ora senza muovermi è decisamente un posto perfetto per leggere!

In giardino

Adoro stare all'aria aperta,sopratutto d'estate , sedermi su una sdraio e leggere con la luce del sole!

Al mare

Ho scoperto quest'anno il piacere della lettura in spiaggia,ti permette di rilassarti e goderti la vista del mare!

Seduta\in piedi

Dove avervi elencato i posti in cui mi piace leggere, è doveroso spiegarvi che io leggo dappertutto! Con o senza sedia, in piedi o sdraiata ovunque mi basta semplicemente il mio telefono con un ebook all'interno e sono apposto! 

∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞
Che ne pensate delle mie scelte? Le vostre invece quali sono?

martedì 14 novembre 2017 |

Teach me di Margherita Fray [Short Review] #2

Buongiorno lettori, ecco la seconda Short Review di un libro di cui vi ho parlato nell'ultimo Cosa succede la domenica?, un libro molto carino e frizzante e sto parlando di Teach me di Margherita Fray! Spero che questa nuova rubrica vi stia piacendo...iniziamo subito!


Teach me di [Fray, Margherita]Titolo: Teach me
Autore: Margherita Fray
Prezzo: 12.00€
Pubblicazione: 2017
Pagine: 298
Editore: Delrai Edizioni
Trama: Morgan Williams non crede ai suoi occhi quando vede entrare in aula un nuovo professore di Letteratura Inglese al posto della sua adorata Mrs. Tutcher. Chi è? E perché ha osato sostituire la sua professoressa adorata? Non importa quanto lui sia sexy, bellissimo, assolutamente attraente e persino intelligente, lei non proverà mai simpatia per uno del genere, che potrebbe di certo fare il modello, ma non l’insegnante. Cameron Wilde ha gli occhi più azzurri che Morgan abbia mai visto, recita Shakespeare a memoria, lui sa scherzare con gli alunni, sa essere insolente con classe, e si rivela più capace di quanto lei si aspettasse, perché Cameron Wilde è speciale e si avvicina pericolosamente al suo uomo ideale, ma è un professore, il “suo” professore, e una ragazza all’ultimo anno di superiori non può innamorarsi di un docente. Questo non è possibile. 


∞∞∞∞∞Recensione∞∞∞∞∞∞


Questo è un romanzo di genere fiction auto conclusivo, e come leggete dalla trama ha una storia un po' particolare. L'ho trovato davvero molto carino perché nonostante ci sia il bel ragazzo sexy che tra l'altro è il professore della protagonista, non ho trovato neanche uno dei soliti stupidi cliché che molte volte invadono libri di questo genere.La caratterizzazione dei personaggi è fatta molto bene, le situazioni non risultano mai banali e sono anche molto verosimili, più di quanto pensiate a primo impatto. Ho ritrovato uno stile di scrittura molto fluido e divertente, che ti permette di avvicinarti ai protagonisti e farti vivere un pezzetto della loro storia! Ve lo consiglio assolutamente, il prezzo è giustissimo e potete trovarlo gratis per i possessori di kindle unlimited.Una frase che mi è piaciuta particolarmente,c'è anche in evidenza su Amazon,  è questa:


«Dove c’è tanto odio, c’è tanto amore» sparo, non troppo convinta che possa essere definita un’argomentazione e figurarsi una risposta.
Mi fissa ed è evidente che non sia convinto della mia risposta.
«Quindi la sua ostilità è dovuta a un celato amore nei miei confronti?»

∞∞∞∞∞Valutazione∞∞∞∞∞
(Molto bello)

∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞∞
Voi lo avete letto? Che ne pensate?